scambiatori di calore U
Tempo di lettura: 2 minuti

Quando si possiedono degli scambiatori di calore, è bene sempre mantenerli in perfette condizioni.

Solamente in questo modo, sarà possibile beneficiare del migliore risultato durante l’utilizzo di queste apparecchiature.

Ma vediamo più da vicino di cosa stiamo parlando, ovvero di cosa è necessario per eseguire una corretta e profonda manutenzione degli scambiatori di calore.

Manutenzione scambiatori di calore: il lavaggio delle piastre

Il ciclo di lavaggio, necessario per garantire piastre come nuove ed esenti da impurità, è eseguito anche più volte.

Infatti, le operazioni si ripetono fino al raggiungimento del massimo risultato di pulizia.

Rimuovere gli strati di sporcizia, rende migliore lo scambio di calore all’interno del macchinario e riduce al minimo la quantità dei costi necessari a far funzionare l’impianto.

A seconda del tipo di sporcizia e della tipologia di materiale con cui è formata la piastra, si esegue una serie di lavaggi basici e/o acidi.

Al termine di questi lavaggi, si esegue un’ispezione per verificare se è tutto nella norma o se si sono formate delle cricche o forature non visibili.

Manutenzione scambiatori di calore: la riguarnitura

La seconda fase dell’operazione di manutenzione degli scambiatori di calore, consiste nella riguarnitura delle guarnizioni presenti all’interno degli scambiatori di calore.

L’azione degli scambiatori, tende a rovinare e seccare le guarnizioni presenti all’interno delle piastre.

L’utilizzo delle migliori guarnizioni, composte da materiali di prima qualità, serve a semplificare le successive operazioni pianificate di manutenzione degli scambiatori di calore.

Manutenzioni programmate si o no?

Eseguire una serie di manutenzioni programmate, se da una parte porta a mantenere nel migliore delle situazioni gli scambiatori di calore può essere un ottimo metodo per ridurre al minimo le rotture dovute all’usura.

Le operazioni di pulizia sono eseguite normalmente in loco, questo significa che lo scambiatore di calore e i suoi fasci non devono essere portati al di fuori dell’azienda.

Questo, infine, permette di ridurre al minimo le ore di disservizio durante le operazioni di pulizia.

Il tuo scambiatore ha la nostra targa?

scambiatore di calore Officine Varisco

Prova a controllare… e inviaci i dati della tua targa:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here