scambiatori di calore fascio tubiero U

La manutenzione dello scambiatore di calore è una componente fondamentale per garantirne un corretto funzionamento.

Un corretto funzionamento di uno scambiatore di calore a fascio tubiero U, in base alle specifiche  per il quale è stato progettato, incide direttamente  sulla produttività e quindi sul costo di produzione del prodotto finito.

Purtroppo, tutti gli scambiatori, in base alla natura dei fluidi che lo attraversano, sono inclini a sporcarsi con un conseguente calo delle performance in termini di trasmissione del calore.

Per diminuire l’impatto del decadimento delle performance  sul costo del prodotto è necessario monitorare lo scambiatore e predisporre un’adeguata manutenzione scambiatore di calore a fascio tubiero U programmata.

Possiamo così riassumere i vantaggi di una corretta manutenzione:

  • Prevenire l’insorgere di fori o tagli sulle superfici di scambio causati dalla corrosione;
  • Mantenere efficiente lo scambio termico e quindi le temperature di progetto;
  • Evitare l’aumento della perdita di carico dovuta alle incrostazioni o alla presenza di impurità.

Perché è importante la manutenzione degli scambiatore di calore

Perché è importante la manutenzione dello scambiatore di calore?

Nulla è più disastroso di un’interruzione non prevista del lavoro. Fermare la produzione in un momento non programmato dell’anno, produce danni economici non indifferenti.

Non solo una riparazione può diventare molto costosa, ma bloccare la produzione ti farà perdere una parte del tuo potenziale guadagno.

Inutile provare a sperare nella buona sorte.

Le guarnizioni invecchiano.

Le piastre si sporcano.

Per quanto gli scambiatori di calore siano degli ottimi macchinari, ignorare alcuni segnali rischia di far scoppiare un costo davvero alto per la tua azienda.

Queste ingenti spese però sono evitabili. Ma c’è anche di più…

Una manutenzione dello scambiatore di calore, continua e precisa ti farà guadagnare in 5 diversi modi

Manutenzione scambiatore di calore

Tubi

La manutenzione dello scambiatore di calore consiste nel mantenere puliti i tubi.

La pulizia dei tubi internamente ed esternamente può essere effettuata, qualora i materiali lo consentano, con soluzioni disincrostanti; inoltre all’esterno dei tubi in caso di incrostazioni calcaree, può essere effettuata una pulizia meccanica, dopo aver estratto il fascio tubiero dal mantello.

Il fascio tubiero può essere facilmente estratto dopo aver smontato la testata.

Guarnizioni

Occorre aver sempre a disposizione una serie di guarnizioni di ricambio, da sostituire dopo gli interventi di manutenzione.

Rivestimento

Il rivestimento isolante è preferibile eseguirlo dopo l’installazione per evitare danneggiamenti durante il trasporto e la messa in opera.

Le principali incrostazioni

Ecco un elenco delle principali tipologie di incrostazioni su cui ci si può imbattere:

  • Incrostazioni da particolato;
  • Incrostazioni da corrosione;
  • Incrostazione di materiale biologico;
  • Incrostazioni da cristallizzazione;
  • Incrostazioni da reazione chimica;
  • Incrostazioni da congelamento.

Non è detto che l’incrostazione sia causata da un singolo meccanismo, in diversi casi si possono verificare più condizioni contemporaneamente; l’incrostazione tende ad aumentare nel tempo.

Infatti, la “Tabular Echanger Manufacrurers Association” raccomanda, in ambito di progettazione, di considerare un incrostamento ammissibile in modo tale da poter utilizzare lo scambiatore anche se leggermente sporco per bonificarlo il prima possibile.

Manutenzione ordinaria e programmata

Una manutenzione scambiatore di calore a fascio tubiero U permette di allungare la vita degli scambiatori e di continuare ad avere da essi le prestazioni per i quali sono stati progettati.

Una manutenzione ordinarai ben eseguita, consente nel lungo periodo anche di risparmiare, in quanto il costo è sicuramente minore rispetto a quello da sostenere in caso di interruzioni improvvise e straordinarie.

Manutenzione straordinaria

In alcuni casi, per le condizioni particolarmente critiche degli scambiatori o di alcuni loro componenti, sono essenziali interventi di manutenzione straordinaria.

I vantaggi di una manutenzione continua dello scambiatore di calore

Nessuna interruzione

La manutenzione programmata dello scambiatore di calore può essere pianificata in modo da non interrompere la regolare produzione dell’azienda.

Questo evita le perdite di produzione in caso di rottura provavate dell’interruzione non prevista dei macchinari.

Ti farà risparmiare i soldi che andrai a spendere nella futura rottura.

Non c’è scampo. Le guarnizioni con il tempo invecchiano. Queste però se sostituite in tempo possono evitare di provocare perdite e quindi danni.

Si può formare dello sporco all’interno dei tubi. Lo strato di sporco ostacola il trasferimento di calore e peggiora le prestazioni.

In molti casi la perdita di carico aumenta creando problemi al sistema di pompaggio.

Migliorerà l’efficienza dei tuoi scambiatori di calore.

All’interno dello scambiatore di calore si può verificare il deposito di materiale solido, trasportato da fluidi o prodotti di precipitazione come il calcare.

Questo intasamento dei tubi porta ad una riduzione del coefficiente di trasferimento del calore e, in conclusione, ad una peggiore prestazione dello scambiatore stesso

Aumenta la vita del macchinario

La manutenzione programmata dello scambiatore di calore aumenta la durata della vita.

Questo perché più difficilmente, con un corretto uso, il macchinario andrà incontro ad una rottura imprevista.

Costa meno mantenere

Infine, per i motivi già elencati, costa meno mantenere controllato uno scambiatore di calore piuttosto che affidarsi alla buona sorte.

Scopri di sulla manutenzione dello scambiatore di calore:

 
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here